vatinno On luglio - 28 - 2015

Questa volta vogliamo recensire non un libro ma un film da poco uscito.Si tratta di “Predestination”, dei fratelli Michael e Peter Spierig tratto dal racconto “Tutti i miei fantasmi” (“All You Zombies…”) del famoso scrittore di fantascienza Robert A. Heinlein.
Il film parla di paradossi temporali e lo fa con cognizione di causa (quasi mai è così) come se dietro la sceneggiatura dei fratelli olandesi si celasse un esperto fisico relativistico.
La trama del film è di tipo thriller: nel 1975 un pericoloso terrorista, “Fizzle Bomber”, uccide milioni di abitanti di New York; in un futuro non lontano, dopo la scoperta di una macchina del tempo, un agente della polizia temporale viene inviato nel passato per impedire che l’evento avvenga; l’agente temporale incontra John in un bar e viene a conoscenza di una incredibile storia, John in realtà era stata una donna, Jane, che si era innamorato di un misterioso uomo che dopo averla sedotta la lasciò incinta.Jane partorì la bambina ma uno sconosciuto la rapì poco dopo e non ne seppe più nulla. Dopo la nascita Jane fu costretta a subire un cambiamento di sesso essendo un’ androgino e si arruolò nella polizia temporale.La storia prosegue fin quando non si scopre che Jane, John, la bambina, l’agente temporale e il terrorista non sono altro che la stessa persona in epoche temporali diverse.Il film termina con l’uccisione del terrorista da parte dell’agente temporale non prima che il terrorista stesso lo abbia messo in guardia sul suo futuro.
Come dicevo questo è uno dei pochi film in cui viene utilizzato correttamente il tema del paradosso temporale noto in letteratura scientifica come “Il paradosso del nonno”.Infatti, andando indietro nel tempo si generano dei paradossi a cui si è tentata di dare una spiegazione scientifica o utilizzando la Teoria a molti mondi della meccanica quantistica o, ad esempio, l’ipotesi di autoconsistenza di Novikov, per cui non si può alterare l’ordine “fissato” degli eventi temporali. Il film è avvincente e ha anche il merito di proporre, sulla base del paradosso del nonno, paradossi più complessi che riguardano l’incontro con altre copie di sé facendo intravvedere complesse problematiche filosofiche e fisiche.

BIBLIOGRAFIA

Vatinno G., “Storia naturale del Tempo.L’effetto Einstein e la Teoria della Relatività”, Armando editore, Roma, 2014.

Predestination

Views All Time
Views All Time
606
Views Today
Views Today
1
Categories: Articoli scientifici

Comments are closed.

Search my site

    Facebook