vatinno On marzo - 2 - 2016

Dopo l’esito delle “primarie” della Lega Nord /Noi con Salvini organizzate lo scorso week – end la situazione politica romana nel centro – destra appare, se possibile, ancora più confusa di prima.
Infatti, il risultato finale delle consultazioni ai gazebo ha visto Marchini doppiare Bertolaso smentendo le previsioni date per certe dallo stesso Salvini che a metà scrutinio aveva detto che c’era stato un “sostanziale pareggio”.
La domanda che si pone Chiocci il Direttore de Il tempo è dunque saggia: cosa è successo?
Si tratta di tattica o di strategia? E cioè l’uscita anticipata di Salvini aveva un senso pratico –cioè chiedere subito primarie “vere” dell’intero centro – destra- o si è trattato di un “banale” (per quanto strano) errore comunicativo?
In effetti ora la confusione è massima con l’aggravante che c’è un candidato in più: Irene Pivetti che era stata aggiunta alla lista un po’ come una provocazione dopo tantissimi anni di assenza dalla politica ora ci crede ed è partita con una sua campagna elettorale.
Nel frattempo non si capisce bene se Salvini stia riconsiderando Bertolaso dopo aver parlato con Berlusconi oppure voglia puntare su Marchini che non fa breccia a destra per il suo passato affaristico (“Calce e martello”) e legato alla sinistra comunista.Storace scalpita che vuole le primarie e la Meloni non sa più che pesci prendere (possibile ora una sua candidatura) mentre Berlusconi cerca –per ora inutilmente- di mediare.
Come andrà a finire?
Questo non si sa, ma nel frattempo la candidatura della grillina Raggi complica, se possibile, ulteriormente le cose; piacente e donna può fare breccia pure a destra.
Nel fine settimana le primarie del centro – sinistra serviranno forse a chiarire un po’ le cose tra Giachetti e Morassut mentre Pedica e Rossi, cioè i due candidati di bandiera, protestano per una possibile “due giorni” che li penalizzerebbe ulteriormente.

Categories: Articoli

Comments are closed.

Search my site

    Facebook