vatinno On febbraio - 9 - 2018

Ancora loro, i vaccini.
Sembrano essere la maledizione dei Cinque Stelle e stanno diventando uno dei quei topos caratteristici di un Movimento allo sbando in cui ognuno dice la sua in libertà, o meglio, in completa anarchia, e questo grazie alla confusione che regna sovrana e a cui Grillo si guarda bene di mettere mano, perché alla fine se uno dice una cosa e l’altro il contrario gli fa gioco nel tentativo di acchiappare voti ovunque.
Così è stato, ad esempio, per lo Stadio della Roma: Grillo aveva detto di no e il giorno dopo la Raggi, con acrobatica piroetta (aveva presentato anche una denuncia contro lo Stadio) disse di sì.
Sono i Cinque Stelle bellezza!
La senatrice M5S Elena Fattori è una biologa e capendoci un poco di scienza è giustamente a favore dei vaccini, ma questo non aggrada alla pasionaria Roberta Lombardi, candidata Presidente alla Regione Lazio e impegnata in una battaglia contro i vaccini stessi per cavalcare, novella Diana, l’antico ribellismo italico, colorato di anarchia, e trasformarlo magicamente in voti sonanti all’appuntamento elettorale.
Viene da ricordare le parole di Benito Mussolini nell’ultimo film Sono tornato: “Eravate un popolo di analfabeti, dopo 80 anni torno e vi ritrovo un popolo di analfabeti.” 
La Fattori, in questa difficile opera di alfabetizzazione scientifica, è supportata anche dall’esperto dei Cinque Stelle per le politiche vaccinali Guido Silvestri, immunologo.
La diatriba tra le due è di vecchia data tanto che qualche tempo fa la Lombardi aveva scritto una lettera al sempre più confuso Luigi Di Maio sfottendolo anche un po’ dandogli del “lei” e chiamandolo “Capo Politico” (a proposito, ma i Cinque Stelle non si chiamavano “cittadini”? e non “deputati” che fa tanto odiata kasta?):
«Gentile Capo Politico, Con la presente la informo che non autorizzerò nessuno evento della campagna elettorale per le Regionali Lazio 2018 in cui sarà presente la Senatrice Elena Fattori che ci legge in copia. Le posizioni politiche della Sig.ra Fattori in tema di salute e vaccini infatti sono individualistiche e fuori dalla linea politica nazionale. Non intendo pertanto correre il rischio che vengano minimamente confuse con le linee politiche della sottoscritta elaborate a livello regionale e coerenti con il nazionale. La invito pertanto a sensibilizzare la Sig.ra Fattori ad evitare l’incresciosa situazione di dovermi costringere, attraverso comunicazioni pubbliche, a separare le nostre campagne. Certa della sua collaborazione, porgo cordiali saluti. Dep. Roberta Lombardi Candidata M5S Presidente Regione Lazio #Lazio2018»
Risalta quella “signora Fattori” rivolto ad una dottoressa che ci fa capire l’astio nei suoi confronti.
Elena Fattori, del resto, ha replicato “cancellando” la presenza della Lombardi da un convegno elettorale.
Insomma, il conflitto dei vaccini nei Cinque Stelle è in pieno svolgimento.

I

Views All Time
Views All Time
459
Views Today
Views Today
1
Categories: Articoli

Comments are closed.

    Facebook