vatinno On aprile - 15 - 2018

Chi non ricorda l’improvviso attivismo sociale che manifestò il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda poco prima delle elezioni?
Lui, tutto casa e Confindustria, sentì impellentissimo il desiderio di aiutare, marxianamente, i proletari di tutto il mondo, ma specificatamente italiani, ad uscire dalle secche dei loro problemi; lui, ultraliberista al punto da portarsi al ministero in ruoli apicali uno dei fondatori dell’Istituto Bruno Leoni, Carlo Stagnaro, si spese notte e giorno per le vicende della Embraco, arrivando a definire i dirigenti della società “gentaccia”, con un modo di fare assolutamente poco istituzionale che ci ha esposto a una figuraccia internazionale, come ho scritto qui:
http://www.affaritaliani.it/politica/carlo-calenda-diventa-marxista-per-fare-il-segretario-del-pd-529027.html
Parimenti il burbero ministro si è interessato alla vicenda di Italiaonline, aiutando una azienda che ha già ricevuto molti aiuti dallo Stato mentre poi manda in cassaintegrazione i suoi dipendenti:
http://m.dagospia.com/fare-il-faraone-coi-soldi-dell-inps-sawiris-brinda-ai-conti-di-italiaonline-145817
Insomma, grande attivismo da fare invidia a Fausto Bertinotti e allo stesso Bruno Tabacci, da poco anche lui riconvertito al marxismo dopo un passato di centro – destra.
In verità, furono diversi a non fidarsi della riconversione dell’antico assistente di Luca Cordero di Montezemolo e la addebitarono piuttosto a due fattori: in campagna elettorale ad un estremo tentativo di accreditare un Matteo Renzi “di sinistra” e per uso interno per accreditarsi dentro Il Partito Democratico (di cui prese in fretta la tessera) in vista della corsa alla segreteria.
Se la prima causa, come noto, è naufragata resta però in piedi la seconda e il ministro sfrutta la sua posizione, visto che è ancora incredibilmente in carica il governo Gentiloni, delegittimato dagli italiani i l4 marzo, per svolgere attività che sembra travalicare l’“ordinaria amministrazione”.

Views All Time
Views All Time
623
Views Today
Views Today
1
Categories: Articoli

Comments are closed.

Search my site

    Facebook