vatinno On febbraio - 2 - 2019

Nel 1983 il governo Craxi designò Alfredo Biondi “Ministro senza portafoglio per l’Ecologia”, un segno di una larvata coscienza ambientale che andava avanzando anche in Italia. Ma si doveva aspettare ancora parecchio perché fosse creato un vero e proprio ministero e lo si fece con la legge 249/1986 a firma sempre di Bettino Craxi come Presidente del Consiglio dei Ministri e Valerio Zanone come Ministro dell’Ecologia, promulgata l’8 luglio 1986 dall’allora Presidente della Repubblica Francesco Cossiga. Da poco c’era stato il disastro di Chernobyl e i tempi erano maturi per il nuovo ministero, questa volta dotato di “portafoglio”, cioè di capacità di spesa.
Da allora il ministero ha svolto la sua opera di tutela e salvaguardia delle matrici ambientali con la sua presenza sia in campo nazionale che internazionale.
Tuttavia, il personale del ministero è stato trasferito da altre amministrazioni pubbliche e, incredibilmente, non ci sono mai stati fino ad ora concorsi pubblici

PROSEGUE QUI:
http://www.affaritaliani.it/politica/ministro-ambiente-costa-faremo-il-primo-concorso-nel-2019-585498.html

Views All Time
Views All Time
174
Views Today
Views Today
1
Categories: Articoli

Comments are closed.

Search my site

    Facebook