vatinno On febbraio - 8 - 2019

http://www.giuseppevatinno.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/02/Giannini-Centinaio-300x225.jpg 300w" sizes="(max-width: 480px) 100vw, 480px" />

Massimo Giannini è molto presente in TV, soprattutto di questi tempi di governo giallo – verde e fa del suo meglio per mettersi in mostra, anche se ormai anche l’ennesimo tram della direzione di Repubblica è passato, anche stavolta, senza fermarsi.
Ieri sera, ad esempio, a L’aria che tira, condotto da Myrta Merlino (La 7) si è scatenato, facendosi del male da solo.
Stava parlando di un presunto voto di scambio tra Lega e Cinque Stelle, dell’autorizzazione sulla Diciotti e sulla Tav, insomma routine.
Ma ad un certo punto, il ministro dell’Agricoltura Gianmarco Centinaio lo infila in un clamoroso contropiede con Andersen e i fratelli Grimm che “quando scrivevano le loro favole non si potevano sindacare perché erano appunto favole”. Giannini incassa sorpreso e balbetta intimidito: come? Un leghista che nell’empireo elitario di Giannini rappresenta l’archetipo della rozzezza fatta politica lo infilza con la cultura? È confuso e tace.
La Merlino capisce l’imbarazzo e sportivamente applaude all’inaspettato exploit mentre Giannini non può far altro che incassare con un sorrisetto teso e nervoso.
Ma non è finita qui. Il bello deve ancora venire.
Giannini, che nel frattempo ha rimuginato su quanto accaduto e cerca il modo di vendicarsi della inaspettata citazione dotta, tenta di recuperare e qui si compie, nella sua spettacolarità involontaria, il disastro mediatico: “scusi, quindi nella favola dei fratelli Anderson il voto di scambio non esiste”. Al che il ministro replica prontamente: “Andersen, non Anderson che era un giocatore” e ancora Giannini: “Sì, sì, Andersen lo so chi sono i fratelli…”.
Peccato che, come rileva nuovamente Centinaio, non ci sono i “fratelli Andersen” ma i “fratelli Grimm, perché Anderson era uno solo”. Insomma disastro totale.
Giannini che è stordito come un pugile suonato e non sa più cosa dire, mentre la Merlino dà manforte a Centinaio, balbetta e incespica, cerca di glissare con il ministro, il rude valligiano supposto illetterato che si gode l’inaspettato trionfo culturale.

PROSEGUE QUI:
http://www.affaritaliani.it/mediatech/centinaio-cita-i-fratelli-grimm-e-infilza-giannini-sulle-favole-di-andersen-586466.html

Views All Time
Views All Time
52
Views Today
Views Today
3
Categories: Articoli

Comments are closed.

Search my site

    Facebook