vatinno On febbraio - 13 - 2019

http://www.giuseppevatinno.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/02/Mulè-300x156.jpeg 300w" sizes="(max-width: 312px) 100vw, 312px" />
La vicenda sulla Tav sta assumendo toni irrealistici in cui si fronteggiano, su una materia delimitata tecnicamente e scientificamente, quindi oggettiva per definizione, i pareri di una commissione di esperti universitari e politici di recente nomina, al digiuno della materia di cui si tratta.
Qui la relazione che si trova nel sito del Ministero dei Trasporti:
http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/torinolione-ferrovie-alta-velocita-tav/torino-lione-ultimate-lanalisi-costi
Un esempio evidente di questa contrapposizione è stato l’odierno attacco in Commissione Trasporti alla Camera del forzista nonché ex giornalista e portavoce azzurro, Giorgio Mulè contro il professor Marco Guido Ponti che ha guidato il team di esperti voluto dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.
Insomma, in parole semplici, l’analisi dei costi/benefici dice che la Tav Torino – Lione non conviene dal punto di vista strettamente economico, lasciando stare le pur valide e rilevanti motivazioni ambientali.
Si tratta di un risultato dovuto a sofisticate analisi di ingegneria gestionale nel campo dei trasporti.
Ecco quanto dichiarato da Mulè dopo l’audizione in Commissione:

PROSEGUE QUI:
http://www.affaritaliani.it/politica/giorgio-mule-attacca-in-commissione-trasporti-il-professor-ponti-587707.html

Views All Time
Views All Time
66
Views Today
Views Today
3
Categories: Articoli

Comments are closed.

Search my site

    Facebook